Il tovagliolo va a sinistra
Il galateo per un mondo che cambia: come fare, come essere
Il tovagliolo va a sinistra
AUTORE Elda Lanza
PAGINE 304
PREZZO € 14.90
FORMATO 12,3 x 18,5
ISBN 9788869870545
USCITA Ottobre 2016
DESCRIZIONE /

DALLA MAGGIORE ESPERTA ITALIANA DI COSTUME, UNA GUIDA INDISPENSABILE, SPIRITOSA MA PUNTUALE, SUL SIGNIFICATO DELLA BUONA EDUCAZIONE E DELL’ELEGANZA OGGI. L’arte della convivenza, i valori della cortesia e le buone maniere sono messi a dura prova dallo stile di vita moderno. Cellulari che squillano senza sosta, persone che si affollano in ascensore o in metropolitana senza cedere il passo a chi scende, marciapiedi trasformati in campi minati da cani con padroni... distratti. Mancanza di rispetto e comprensione nel nome dei tempi moderni e del web. In questo gioco dei ruoli, tra galateo e educazione, manierismo e ipocrisia, Elda Lanza ci aiuta a riconoscere lo stile di una persona che considera le buone maniere una disciplina civile e cosciente di sopravvivenza. Attraverso la sua esperienza di vita, aneddoti e confidenze, con spirito e leggerezza, concretezza e rigore, l'autrice ci racconta come essere e come fare, nei giorni qualsiasi e nelle occasioni speciali, per vivere meglio tra estranei, sul lavoro, tra amici, amori e sconosciuti.
Per vivere e sentirsi migliori in un mondo che cambia.

 
RECENSIONI /
Corriere Della Sera
Serve più gentilezza nei contatti con gli altri, avvertono gli esperti di bon ton.

"La vita moderna è piena di episodi in cui le buone maniere non sono considerate, mancano empatia e gentilezza", così dice Elda Lanza, scrittrice ed esperta di bon ton. Nel suo libro Il tovagliolo va a sinistra rieduca "a dire buongiorno e buonanotte con garbo e sorrisi"
Gambero Rosso
92 anni, scrittrice e giornalista con una decina di libri all’attivo tra gialli, romanzi e saggi, prima presentatrice della televisione italiana, esperta di galateo e comunicazione, docente di Storia del Costume. La signora Elda Lanza torna in libreria con un nuovo lavoro sul galateo, strizzando l’occhio ai comportamenti a tavola.

Quando si sente parlare di galateo a tavola, chi non ne sa molto immagina spalle contratte, soggetti imbalsamati intenti a mangiare con la boccuccia da selfie, formalità e rigidità nei comportamenti. A sdoganare queste abitudini del pensiero comune e a portarci sulla retta via, arriva il libro Il tovagliolo va a sinistra di Elda Lanza, che si concentra su altre questioni: la pizza va mangiata con le mani o con coltello e forchetta? La scarpetta è concessa a tavola? Perché il vino si versa con la mano destra? La risposta e tutte queste domande nel saggio di facile lettura che ripercorre, nel tempo, la società dell’educazione attraverso la logica del galateo ricondotta a situazioni comuni (negli uffici pubblici, tra amici, tra estranei, in ufficio, al telefono) con un particolare focus sulla tavola, quello su cui si concentra la nostra intervista a Elda Lanza.
 

Leggi l'intervista qui
La Repubblica
Il galateo serve ovunque, insieme all'educazione, altro tema del libro. Il galateo è l'insieme dei codici sociali, si riscrivono ogni pochi anni, l'educazione è il linguaggio eterno dell'affettività e dell'empatia
Famiglia Cristiana
In tempi di maleducazione diffusa forse non ci farebbe male ripassare le regole del galateo. Rivisitate secondo la penna di una signora con tanta esperienza sulle spalle, buon gusto, cultura e una speciale vocazione per le buone maniere: Elda Lanza, conduttrice televisiva Rai per molti anni, giallista di successo e autrice de Il tovagliolo va a sinistra

«Prima di tutto vorrei fare una distinzione tra galateo ed educazione», spiega Elda Lanza nella sua bella casa di Castelnuovo Scrivia, «il primo è una serie di regole da seguire, la seconda nasce in famiglia, non si impara ed è la voce dell’affettività. Il galateo risale al 1527, io l’ho adeguato ai tempi inserendo anche l’uso della tecnologia».

Continua a leggere QUI
La Stampa - Alessandria
Il Tovagliolo va a sinistra aiuta a riconoscere lo stile di una persona che considera le buone maniere come una disciplina civile e cosciente di sopravvivenza. Ci racconta come essere e come fare, nei giorni qualsiasi e nelle occasioni speciali, per vivere meglio fra gli estranei e sul lavoro, tra amici, amori e sconosciuti.

contatti /

©2009-2017 Antonio Vallardi Editore s.u.r.l.
P.IVA 11920250153
Via Gherardini 10 – 20145 Milano
T. +39 02 34597660
Informativa sull’utilizzo dei cookie

Logo-GeMS-bianco

Iscriviti ai nostri feed RSS:
Appuntamenti ( Rss ), vetrina prodotti ( Rss )
design by Basilico