La cucina del tempo di guerra
Manuale pratico per le famiglie
La cucina del tempo di guerra
PAGINE 368
PREZZO € 12.50
FORMATO 12,8 x 19,5
ISBN 9788878876446
USCITA Ottobre 2011
DESCRIZIONE /

Nel 1942 Lunella de Seta scrisse questo preziosissimo libro di consigli, espedienti e ricette per le donne Italiane che durante la guerra cercavano di mettere insieme i pasti quotidiani. Qui spiegava come risparmiare e sfruttare al meglio i pochi ingredienti reperibili, senza trascurare il decoro e il buon tono della tavola.
Dalle sue pagine escono allora 346 ricette gustosissime e sorprendenti, che danno a tutti lezioni di cucina, gusto, inventiva e sobrietà:

minestre – zuppe e farinate – carni- antipasti, contorni e insalate – pesci – piatti vari – legumi- ortaggi e verdure – uova – dolci – frutta cotta, al forno, giulebbata, bevande e caffè autarchico..

I miracoli della fantasia e della buona volontà nella cucina “del poco e del senza”.
Ma queste ricette saporite, sane, dietetiche ed economiche non sono perfette anche oggi?

 
RECENSIONI /

Oggi Vallardi ripropone la copia anastatica di "la cucina del tempo di guerra" 350 ricette povere per necessità, dall'olio sintetico al riutilizzo delle briciole, passando per uno straordinario "super brodo di guerra". A settant'anni di distanza, è una lettura che consigliamo, non solo per il suo valore nostalgico. Recensione a cura di Paolo Paci
La Cucina Del Tempo Di Guerra Su Vogue.it
Gli ingredienti umili che i nostri nonni e bisnonni usavano in tempo di guerra, ritornano a essere il punto di partenza per preparare piatti sani e gustosi, come raccontato nel libro “La cucina del tempo di guerra”(Vallardi). Recensione a cura di Silvia Frau Per leggere il testo completo www.vogue.it/magazine/libri-e-viaggi/2011/12/l-assenza-di-cibo
La Cucina Del Tempo Di Guerra Su Lucianopignataro.it
È una lettura assai interessante. Perchè c’era il razionamento e le condizioni erano difficili. Ma prima di aiutare le massaie a sopperire alla mancanza di molti ingredienti a loro familiari, l’autrice prende tempo per dire che anche in momenti avversi si deve proseguire: l’apparecchiatura della tavola come sempre, ma con tovaglie colorate che rimangano pulite più a lungo (anche il sapone era razionato), servirsi di tegami e vasellame che può anche andare in tavola per ridurre l’entità della rigovernatura e così via. Recensione a cura di Luciano Pignataro. Per leggere il testo completo www.lucianopignataro.it/a/garantito-igp-la-cucina-del-tempo-di-guerra/35774/
La Cucina Del Tempo Di Guerra Su Ilsole24ore.com
Un testo brillante, pieno di spunti per risparmiare e di modalità per sostituire i prodotti rari. Tra i suggerimenti più curiosi: la preparazione della maionese (olio misto d'oliva e di lino), le patate in crema rossa senza condimento, i dolcetti di farina di castagne senza zucchero; il super brodo di guerra vegetale (2 cucchiai di fagioli, 2 di lenticchie, 2 di fave, 2 di ceci, sedano in abbondanza e tanti erbaggi). Per leggere il testo completo www.ilsole24ore.com/art/cultura/2012-01-08/ricette-fame-081627.shtml?uuid=Aa5whnbE

contatti /

©2009-2019 Antonio Vallardi Editore s.u.r.l.
P.IVA 11920250153
Via Gherardini 10 – 20145 Milano
T. +39 02 34597660
Informativa sull’utilizzo dei cookie

Logo-GeMS-bianco

Iscriviti ai nostri feed RSS:
Appuntamenti ( Rss ), vetrina prodotti ( Rss )